Dragon Ball, il nostro primo amore

giovedì 23 luglio 2020 17:33:29 Europe/Rome

Dragon Ball, il nostro primo amore

Il primo amore, si sa, non si scorda mai. È dunque impossibile rimuovere dalla mente le immagini del primo anime - o cartone animato come lo chiamava la mia generazione da bambini - che ci ha tenuto veramente incollati al divano giorno dopo giorno per anni e che ci ha visto crescere insieme ai suoi personaggi. In Italia da più di 30 anni questo anime ha un solo nome: Dragon Ball.

Dragon Ball

Un prodotto dalla potenza incredibile la cui iconografia è riuscita rapidamente ad entrare nell'immaginario collettivo e che ha visto diverse generazioni crescere seguendo le peripezie di Goku e della sua famiglia allargata contro nemici sempre più potenti e minacciosi ed alle trasformazioni sempre più misteriose e letali. Forte del suo successo, la creatura di Akira Toriyama ha continuato negli anni a sfornare saghe e stagioni nuove crescendo - se così si può dire - insieme a quei ragazzi a cui teneva compagnia ogni pomeriggio, fino a diventare quasi una creatura autonoma rispetto al suo mangaka, che ha addirittura lasciato le redini per la produzione di Dragon Ball GT. La potenza immaginifica del mangaka, le idee fuori dal comune ed una fantasia che sapeva spiazzare lo spettatore sono i tratti inconfondibili dell’opera, che ha fin da subito alzato l’asticella nel mondo dei battle shonen, settando un nuovo standard nel mercato ed ha creato un’epopea in grado di intrattenere e far sognare così tante generazioni diverse di bambini in tutto il mondo.

Dragon Ball Evergreen

Ovviamente la serie non ha mai smesso di uscire in fumetteria, ed al momento si presenta in varie versioni per accontentare ogni tipo di palato. Il lettore più affezionato al classico formato tankobon potrà confidare nella versione evergreen, nella quale viene appunto riprodotto fedelmente in bianco e nero e con il formato originale tutta la storia fino al termine di Dragon Ball Z.

Dragon Ball Full Color

Per chi volesse approcciare invece l'opera da un punto di vista differente consigliamo Dragon Ball full color; come il nome suggerisce in questo caso i volumi sono completamente a colori e viene assegnata una numerazione in base alle saghe. Per chi invece vuole leggere delle nuove avventure di Goku e compagni è disponibile la nuova serie Dragon Ball Super, sempre in bianco e nero ed formato tankobon, che prosegue le avventure dalla fine della saga di Majin Bu, posizionandosi temporalmente nei 10 anni non narrati posti tra il 517° ed il 518° capitolo del manga (il 288° ed il 289° episodio dell’anime).

Dragon Ball Super

Insomma, ce n'è per tutti i gusti; da chi vuole approcciarsi all'opera di Toriyama ex novo, al nostalgico che vuole fare un tuffo nel passato a chi non ne ha ancora abbastanza di Goku e soci e vuole gustarsi nuove avventure. E tu, cosa stai aspettando?

Post Comments
Comments are Closed for this post